Domenico Lucano – Riace agosto 2018

Mimmo01

Il Sindaco Domenico Lucano dopo la presentazione del libro in edizione spagnola “Mimi Capatosta. Mimmo Lucano e il modello Riace” (Fandango libri)

Salgo con la macchina lungo la S.P. 3 da Stignano a Riace. Per la strada, deserta come la maggior parte delle strade dell’entroterra che uniscono tra loro i diversi borghi, una donna nera spinge un passeggino. Zaino rigonfio, infradito, sotto al passeggino una confezione da sei bottiglie d’acqua e sopra… sopra un piccoletto. Visti i pesi, la temperatura e la salita della strada mi fermo e chiedo alla donna se vuole un passaggio. Annuisce e mentre apro il porta bagagli comincia a liberarsi dei pesi. Prendo lo zaino per metterlo via e mi rendo conto che avrà pesato almeno una 15na di kg…

Continua a leggere “Domenico Lucano – Riace agosto 2018”

Gate VII – Casa della Semi-Autonomia

Questa è un’esperienza che vogliamo ripetere !!!

Un appartamento confiscato alle mafie che abbiamo selezionato tra quelli disponibili sul nostro territorio e che in questi giorni è in fase di ristrutturazione con fondi Municipali. Siamo intraprendenti e lì realizzeremo il progetto sociale Gate VII destinato a donne vittime di violenza in difficoltà, con figli minori attualmente ospitate in case famiglia, permettendo loro di avere un tetto dove vivere in tranquillità in un regime di semi-autonomia. Vogliamo dare la possibilità a queste donne di intraprendere un percorso di riabilitazione lavorativa e sociale con il supporto del Municipio. La collaborazione con IKEA ci permetterà di arredare gratuitamente questo appartamento rendendolo immediatamente fruibile. Ma non è finita qui. Con l’approccio tradizionale Il costo di un nucleo Madre-Bambino in casa famiglia può arrivare ad 80.000 euro/anno. Una cifra che nel progetto GateVII permette non solo di ospitare un nucleo ma anche di coprire i costi di ristrutturazione dell’appartamento (acquisito gratuitamente in quanto confiscato alla mafia). Il secondo nucleo ospitato lo sarà praticamente a costo zero. Un bel risparmio per l’amministrazione che avrà quindi risorse da dedicare ad altri progetti come questo o all’assistenza tradizionale.

Il capitolo di spesa dedicato alle politiche sociali è quello più rilevante nel bilancio del nostro Municipio. Per questo è importante che gli impegni restituiscano risultati efficaci ed efficienti in termini economici ma soprattutto in termini di benessere dei soggetti affidati ai nostri servizi sociali. Cominciamo ad approcciare le politiche sociali in una modalità diversa dal puro assistenzialismo riaccompagnando verso l’autonomia i nuclei secondo le loro potenzialità.

Riteniamo inoltre importante recuperare, per fini sociali, i proventi di attività illecite per rimetterli a disposizione della cittadinanza svantaggiata. Per questo consideriamo Gate VII un’esperienza da ripetere.

Approfondimenti sui beni confiscati alla mafia e modalità di assegnazione :

Continua a leggere “Gate VII – Casa della Semi-Autonomia”

194/1978

Buon compleanno!

Come iniziò

Nel 1975 il tema della regolamentazione dell’aborto riceveva l’attenzione dei mezzi di comunicazione, in particolare dopo l’arresto del segretario del Partito Radicale Gianfranco Spadaccia, della segretaria del Centro d’informazione sulla sterilizzazione e sull’aborto (CISA) Adele Faccio e della militante radicale Emma Bonino, per aver praticato aborti, dopo essersi autodenunciati alle autorità di polizia. (continua a leggere su WikiPedia)

l’ Articolo 1 …

Lo Stato garantisce il diritto alla procreazione cosciente e responsabile, riconosce il valore sociale della maternità e tutela la vita umana dal suo inizio.

L’interruzione volontaria della gravidanza, di cui alla presente legge, non è mezzo per il controllo delle nascite.

Lo Stato, le regioni e gli enti locali, nell’ambito delle proprie funzioni e competenze, promuovono e sviluppano i servizi socio-sanitari, nonché altre iniziative necessarie per evitare che lo aborto sia usato ai fini della limitazione delle nascite…

Il resto di questa legge è disponibile anche sul sito della Libera Associazione Italiana Ginecologi per Applicazione legge 194 (L.A.I.G.A.).

Alcuni dati

RELAZIONE DEL MINISTRO DELLA SALUTE SULLA ATTUAZIONE DELLA LEGGE CONTENENTE NORME PER LA TUTELA SOCIALE DELLA MATERNITÀ E PER L’INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA (LEGGE 194/78)

Emergenza 194 UNA LEGGE DELLO STATO NON PIU’ APPLICABILE !!!

La situazione è già disastrosa ma molto presto peggiorerà: i medici non obiettori negli ospedali scompariranno e le donne che non intendono portare avanti la gravidanza non potranno più abortire. Una legge dello Stato sarà di fatto inapplicabile a causa di due limiti che nel contesto di allora erano imprevedibili : l’obiezione di coscienza e il rifiuto dell’aborto farmacologico. (continua a leggere sul sito della L.A.I.G.A.)

Anche se con qualche ruga… BUON COMPLEANNO !

 

Abbattimento del 55% della lista di attesa sull’Assistenza Domiciliare Anziani

Assessori Giuseppe Commisso e Veronica Mammì – Sinergia in movimento !

Risultati immagini per giuseppe commisso assessoreSono 396.000€ le risorse reperite tra le pieghe del bilancio che abbiamo voluto dedicare alle categorie piú deboli. Un efficientamento che ha permesso ad oltre 80 anziani di poter trovare quella risposta nell’amministrazione che era mancata, in alcuni casi, per più di 10 anni. Risultati immagini per veronica mammiTengo a precisare che l’operazione effettuata non ha previsto nessun fondo aggiuntivo e non espone il bilancio municipale a nessun rischio in quanto il calcolo delle risorse necessarie é stato annuale con l’ottica di poter coprire in modo strutturale e fin da ora l’intero costo per l’integrazione del servizio. Le risorse impegnate in questo esercizio finanziario sono state quindi solo pro quota per i giorni residui dell’anno.