AQUAE SEPTIMAE 2019

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/70167678_125819802110013_2227600992982007808_n.jpg?_nc_cat=107&_nc_oc=AQm0DkhJT5I9rD33C9cGSMpwmkBKkrf7YAnnuhhE8E-bn5WnBNaIVAoudwxjRo0CjIY&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=587431d882ca8e73ad26cae9fc8ea14e&oe=5E39E256Ormai è una tradizione: con le prime brezze autunnali e gli ultimi refoli di tarda estate, su quei consistenti lembi di campagna romana e di antiche vestigia che sono i parchi dell’Appia Antica e degli Acquedotti, tornano i due weekend all’insegna dell’acqua. Patrimonio di Roma tutta, l’acqua, ma qui segno forte, caratterizzante il territorio: l’acqua delle vie romane dell’acqua, in arrivo dai monti vicini e meno vicini lungo chilometri di condotte dalla pendenza magistralmente calcolata; l’acqua sorgiva dei tufi vulcanici locali, meno fredda delle dure acque appenniniche ma viva di lieve effervescenza (quella del Ninfeo di Egeria, ad esempio); e l’acqua dei torrenti a portata stabile come l’Almone e delle molte marrane che solcano prati e macchie.

La festa si snoda dunque nei due ultimi weekend di settembre: venerdì 20-sabato 21-domenica 22 e venerdì 27-sabato 28-domenica 29. Con il suo bel titolo, Aquae Septimae, ideato dall’assessora municipale Elena De Santis (Cultura-Scuola-Sport), insegnante di lettere classiche, per assonanza con Aquae Sextiae (l’odierna Aix-en-Provence) dove Gaio Mario sconfisse i Germani nel 102 avanti Cristo. I luoghi sono tra i più emblematici di questa porzione di Municipio: Torre del Fiscale (o Tor Fiscale, come si preferisce dire a Roma) nel Parco dell’Appia Antica e il Parco degli Acquedotti.

La ricetta è quella, collaudata, delle altre edizioni: conferenze, concerti, incontri con autori, visite guidate ai resti archeologici, mostre d’arte sul tema, sport (con corsi sul movimento e l’allenamento en plein air), ovviamente giochi per bambini e anche delizie per il palato. Come le specialità culinarie dell’antica Roma, filologicamente riprodotte. E come il “gelato velato” senza glutine e senza lattosio (forse al posto del latte c’è l’acqua minerale delle sorgenti locali? Chi andrà saprà).

In tutto sei giorni “per fare dell’autunno una primavera”, dicono al Municipio, e per godersi in pieno relax queste propaggini di Agro Romano che mandavano in visibilio Goethe e Gregorovius.

Qui la locandina. Per dettagli e ogni informazione vedi la scheda nel sito del call center 060608 .

 

Via del Calice

Una strada privata aperta a pubblico transito!

Gran parte delle nostre strade municipali sono di questo ViaDelCalice.jpgtipo anche se, dotate di servizi, percorse da autobus e di dimensioni rilevanti. Via del Calice è una di queste. Per la maggior parte del suo percorso costeggia il perimetro del Comando Scuole dei VV.FF. e del Villaggio “Santa Barbara”. Anche qui, l’urbanizzazione incontrollata di qualche decennio fa, ha permesso la strutturazione del quartiere senza tener conto che con l’andare del tempo il suo sviluppo avrebbe comportato un serivizio di trasporto pubblico, la presenza importante di auto private ma soprattutto di un marciapiede che permettesse agli utenti di recarsi a scuola, a messa, nel parco eccetera eccetera. Ad oggi è molto difficile percorrere a piedi ed in sicurezza Via del Calice. Difficile per un adolescente in una giornata di sole. Difficilissimo da un papà che spinga un passeggino in una giornata di pioggia. Per questo motivo, come Municipio, stiamo verificando quali possano essere le opzioni, ammesso che ve ne siano (sigh), per mettere in sicurezza l’utenza stradale.

Nel frattempo, insieme all’Agenzia del Demanio, che si occupa delle proprietà del Villaggio Santa Barbara ancora in possesso dello Stato, ho richiesto ed ottenuto (vedi foto) un intervento di potatura delle siepi che, fuoriuscendo dal muro perimetrale, invadevano Via del Calice rendendo il passaggio a piedi ancora più difficoltoso e pericoloso.

Un grazie all’Agenzia del Demanio ma anche a Salvatore, un cittadino della zona, che percorrendo a piedi il tratto di Via del Calice che lo separa dalla fermata del 789, mi ha segnalato il problema.

S.R.

ENNESIMO CAPITOLO DELLE “FOLLI STORIE DAL COMUNE DI ROMA”

DOPO 11 ANNI FINALMENTE LIBERO DAL CAMPO ROM IL PARCHEGGIO DI VIA SCHIAVONETTI

È giunta a conclusione un’altra delle folli storie del nostro Comune. Mi riferisco al parcheggio di via Schiavonetti, o meglio a quello che sarebbe stato un parcheggio se lì non fosse stato consentito l’allestimento di un campo Rom. Il campo era abitato da famiglie per nulla indigenti, che non necessitavano affatto di aiuti o agevolazioni, ed era provvisto di acqua e luce.
La stranezza più grossa è che non risultano esserci atti che avessero dato formale autorizzazione all’allestimento del campo, che con la sua esistenza ha di fatto impedito al Comune, al Municipio VII e ai cittadini di usufruire di un parcheggio all’interno di una grande area commerciale. Finalmente questo ennesimo spreco si avvia a rapida conclusione: stamattina è stato prelevato l’ultimo modulo abitativo e tra qualche giorno inizierà la rimozione dei new jersey per permettere ai cittadini di riappropriarsi di un parcheggio pubblico.

 

Ponte Linari – Ancora sulla raccolta acque

Oggi ennesimo sopralluogo a Ponte Linari. A giorni dovrebbero partire i lavori di superficie dopo i controlli del sottosuolo che interessavano i pubblici servizi.

Meglio controllare prima che tornare a scavare…

Embrice da “scarpata” con “invito”

Sono passato dal lato di Tor Vergata e ho dato un’occhiata più approfondita alla scarpata che dal sovrappasso scende sulla Tuscolana Vecchia. Ebbene, chi aveva progettato la scarpata aveva già considerato l’istallazione di un “embrice per convogliare le acque in maniera ordinata. L’acqua raccolta dal sovrappasso avrebbe poi percorso l’embrice fino a valle dove probabilmente, anch’esso coperto da strati di terra e foglie esiste un pozzetto di raccolta.

L’embrice sepolto

img_20190907_091159085.jpg

Una porzione dell’embrice coperto dai detriti.

Purtroppo, come potrete vedere dalle foto e dal filmato, sia l’embrice che il pozzetto a valle sono coperti da diversi cm di terra e foglie. Purtroppo questo è il risultato di anni di mancata manutenzione. A questo punto sarà il caso di coinvolgere i dipartimenti competenti per cercare di ripristinare la corretta funzionalità degli impianti permettendo ai cittadini di utilizzare il sottovia anche nelle giornate di pioggia.

 

il video del sopralluogo

 

RIQUALIFICAZIONE PARCHI VIA EUDO GIULIOLI E VIA SANT’AGATA DI ESARO

SI INIZIA DAI GIOCHI INCLUSIVI…

https://scontent-fco1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/68916542_2924880877586166_7299556623339487232_n.jpg?_nc_cat=106&_nc_oc=AQkIBJUw0UZO5IEChaxSJXXhyLNNjewxWcDlm4gtFWDfW7TXLSEX5jeWOEOmKDkDOAE&_nc_ht=scontent-fco1-1.xx&oh=1245a8bdc5668bc29c5293c4dc49db89&oe=5DE17D90Il parco “Antonella Renzi” di via Eudo Giulioli e quello in via Sant’Agata di Esaro saranno presto oggetto di riqualificazione da parte del Municipio VII. In attesa di questo intervento di rinnovo che avverrà dopo l’estate, nei giorni scorsi, contando sulla collaborazione del Dipartimento Ambiente, sono stati installati dei giochi inclusivi fruibili da bambini aventi ogni tipo di abilità. Grazie Daniele Diaco e Simona Ficcardi Consigliera M5S Comune di Roma per aver reso possibile questa proficua collaborazione tra il Municipio e il Dipartimento.

Dal programma elettorale del VII Municipio :

Continua a leggere “RIQUALIFICAZIONE PARCHI VIA EUDO GIULIOLI E VIA SANT’AGATA DI ESARO”

Flavio Stilicone – Completati i lavori di pavimentazione.

 

La disponibilità di luoghi di socializzazione e scambio nella città metropolitana di Roma è caratterizzata da forti differenze fra un nucleo di aree centrali con un’offerta variegata di servizi e beni “relazionali” e un insieme di aree eterogenee, dove le opportunità di interazione e partecipazione per i cittadini rimangono modeste.

Fonte : https://www.forumdisuguaglianzediversita.org

Ieri abbiamo aperto la prima area pedonale realizzata interamente dal Municipio. Un impegno importante, dal punto di vista economico e progettuale, che ha restituito al territorio circa 200 metri di spazio di qualità. I lavori sono durati più del necessario per diversi motivi. In primis, è stato necessario intervenire in anticipo, rispetto alle pianificazioni triennali, con opere sul sottosuolo (Areti Illuminazione pubblica e altri). Successivamente i lavori sono stati rallentati da atti vandalici e dal furto di un escavatore.

In queste foto è visibile il cambiamento dell’area

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con questo intervento di riqualificazione l’area è stata sottrata al degrado che la attanagliava da più di un decennio non solo perchè ridotta a parcheggio a cielo aperto ma anche a causa di occupazioni abusive dei negozi, convertiti ad abitazioni insalubri o a luoghi di prosituzione. Una situazione che, già dalla scorsa consigliatura e come opposizione, avevamo cominciato ad aggredire coinvolgendo la proprietà dei locali (INPS) e le forze dell’ordine.

La progettazione è stata interamente eseguita dalla Direzione Tecnica Municipale ed il risultato è la dimostrazione che all’interno degli uffici di Roma Capitale ci sono competenze e professionalità in grado di realizzare interventi di qualità.

Particolare attenzione è stata posta e anche nella realizzazione dell’impianto di smaltimento acque con tre livelli di intervento: griglie lungo i marchiapiedi, caditoie e un pavimento permeabile in grado di drenare nel sottosuolo l’acqua in eccesso.

Considerata la presenza proprio in Via Flavio Stilicone 186del Centro Regionale Sant’Alessio – Margherita di Savoia per i Ciechi e grazie ai loro suggerimenti, abbiamo previsto dei presidi di supporto in sostituzione ai classici percorsi LOGES. L’area sarà dotata di due tabelle in Braille che daranno informazioni agli utenti ipovedenti. Inoltre la pavimentazione è stata realizzata in modo tale da costituire dei percorsi tattili utili a questo tipo di utenza.

Da settembre completeremo il tutto con gli arredi urbani e altri interventi quali:

  • Istallazione di arredi urbani quali panchine, tavolini e tavoli da ping pong in muratura;
  • attivazione delle telecamere di sorveglianza;
  • incremento dell’illuminazione;
  • potatura e rimozione delle alberature critiche;
  • piantumazione di nuovi alberi;
  • posizionamento di una fontanella;

Ci stiamo prendendo cura del nostro territorio. Vorremmo che la gente tornasse ad aggregarsi nei propri quartieri senza dover cercare strutture alternative.

Questo il video della prima apertura dell’area.

s.r.

Luglio col bene che ti voglio

 

Aggiornare tutti i giorni questo blog per raccontare tutti i fronti che l’amministrazione municipale sta seguendo è un discreto lavoretto. Sarebbe più efficace dedicarsi giornalmente a questa attività per raccontare ogni particolare e dedicare il giusto spazio ad ogni cosa. Purtroppo non ce la posso fare. Consentitemi di riassumere gli accadimenti di Luglio 2019 in questo articolo.

Continua a leggere “Luglio col bene che ti voglio”

Ponte linari : Messa in sicurezza Via Tuscolana / Via di Tor Vergata

Ci siamo. Questa mattina sono andato a fare un sopralluogo presso le rotatorie di Ponte Linari attualmente realizzate con dei new jersey in plastica.

Sono iniziate le fasi preliminari di realizzazione che hanno previsto indagini sull’impianto di raccolta acque. Ci siamo premurati di verificare che caditoie e condotte di collegamento fossero in buono stato mediante ispezione con canal-jet in modo da scongiurare interventi successivi. Ho fatto presente al Direttore dei lavori la necessità di contenere le acque di scolo provenienti dalla spalletta di via Tuscolana che vedete in figura.

TraiettoriaAcqua2

Da lì, in caso di piogge intense, l’acqua raccolta impedisce l’utilizzo dell’unico passaggio pedonale che collega il quadrante di Tor Vergata a Via di Casal Morena. Quest’ultimo ospita diversi servizi utili come l’I.S. Lombardo Radice, la Chiesa “Madre degli Orfani”, un supermercato e un istituto bancario.

Continua a leggere “Ponte linari : Messa in sicurezza Via Tuscolana / Via di Tor Vergata”

Notte Bianca delle Bambine e dei Bambini

DIVERTIMENTO ASSICURATO!

Oggi a partire dalle 16.45 potrete truccarvi, giocare a fare i pompieri, vedere spettacoli di magia, cantare, fare i dottori, conoscere gente allegra e un po’ buffa…pensate, ci sono anche i personaggi di Star Wars! E anche i vostri genitori si divertiranno un sacco giocando a scacchi e assaggiando buoni cibi.

s.r.

Parking ? Not at all… at least in the last 20 years.

Purtroppo è vero. Un opera pubblica è rimasta inutilizzata per quasi 21 anni. Un’opera a scomputo, realizzata da un privato che (opzione possibile), invece di versare i soldi nelle casse dell’allora Comune di Roma, ha preferito costruire un’auto rimessa da ben 120 posti. Un gioiello rimasto nascosto per 20 anni. Pensate solo agli interessi che la somma equivalente avrebbe generato se fosse stata investita in BOT.

 

Noi, (si proprio noi, quelli incompetenti) l’abbiamo “scoperta”. Era lì, dopo essere stata acquisita al Patrimonio di Roma aspettava che qualcuno se ne accorgesse.

Continua a leggere “Parking ? Not at all… at least in the last 20 years.”