Software libero e riuso a Roma Capitale

Qualche cenno…

https://www.gnu.org/graphics/heckert_gnu.transp.small.pngIl “Software libero” è software che rispetta la libertà degli utenti e la comunità. In breve, significa che gli utenti hanno la libertà di eseguire, copiare, distribuire, studiare, modificare e migliorare il software. Quindi è una questione di libertà, non di prezzo. Per capire il concetto, bisognerebbe pensare alla “libertà di parola” e non alla “birra gratis”; in inglese a volte usiamo “libre”, riciclando la parola che significa “libero” in francese e spagnolo, per disambiguare [NdT: il termine free in inglese significa sia gratuito che libero, in italiano il problema non esiste].

Noi difendiamo attivamente queste libertà, perché tutti hanno diritto ad averle. Tramite queste libertà gli utenti (individualmente o nel loro complesso) controllano il programma e le sue funzioni. Quando non sono gli utenti a controllare il programma, allora il programma (che in quel caso chiamiamo “non libero” o “proprietario”) controlla gli utenti; e gli sviluppatori controllano il programma, che quindi diventa uno strumento di abuso.

from the Free Software Foundation philosophy

…e ora la bella notizia!

ovvero i passaggi con i quali l’Assessora Flavia Marzano ha portato il Software Libero nell’amministrazione di Roma Capitale :

https://media.licdn.com/dms/image/C4D03AQF7lppDBE2HUA/profile-displayphoto-shrink_200_200/0?e=1574899200&v=beta&t=SbEGVHc5mpFUVnu_cvxKHLZoMhfW2-_HMRr9-yzMdgs

Professore straordinario presso Link Campus University

In seguito chiede al Direttore del Dipartimento Trasformazione Digitale di richiamare tutte le strutture di Roma capitale a:

  1. concordare sistematicamente ogni acquisizione e/o adozione di beni e servizi hardware e software con il Dipartimento Trasformazione Digitale e condividere d’intesa il piano dei fabbisogni software;
  2. acquisire un preventivo parere di congruità sulla soluzione che s’intende adottare, nel caso in cui il Dipartimento Trasformazione Digitale non sia stazione appaltante, per l’acquisizione di beni e servizi hardware e software;
  3. adottare software libero o motivare adeguatamente eventuale scelta diversa.

Il 23 settembre u.s., il Direttore Raffaele Gareri, invia tale richiesta a:

  • Direttori delle Strutture di Supporto agli Organi e all’Amministrazione
  • Direttori delle Strutture di Staff
  • Direttori delle Strutture di Linea Direttori delle Strutture Territoriali
  • Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali
  • Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze

Adesso si tratta solo di andare avanti, la strada tracciata è quella giusta

Grazie alla Prof.ssa Flavia Marzano che dal primo giorno del suo insediamento ha iniziato un grande processo di cambiamento in ambito di innovazione tecnologica. I risultati sono meno visibili di una strada asfaltata, di un autobus nuovo o di un giardino restituito al decoro ma gli obiettivi raggiunti sono altrettanto rilevanti in termini di efficacia ed efficienza della macchina amministrativa di Roma Capitale.

Grazie Flavia !!!