C.I.E. (Carta di Identità Elettroniche)

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEI SERVIZI CONNESSI AL RILASCIO

La Carta di identità elettronica è principalmente un documento di identificazione: consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio Layout grafico della CIEnazionale quanto all’estero, ad esclusione della verifica delle impronte per la lettura delle quali è necessario il rilascio dell’autorizzazione da parte del Ministero dell’Interno.

Il processo di richiesta, emissione e rilascio della C.I.E. è stato definito dal Ministero dell’Interno e prevede che l’ente di prossimità (Municipio) si faccia carico di gestire il contatto con l’utenza nelle fasi iniziale e finale ovvero di richiesta e rilascio.

Allo scopo di gestire la richiesta della C.I.E. il Ministero ha dotato i Municipi di postazioni di lavoro dedicate che possono essere utilizzate unicamente per questo scopo. Attualmente non tutti gli sportelli degli uffici anagrafici possono essere utilizzati per la richiesta della C.I.E.  Ogni ufficio anagrafico è dotato mediamente di tre/quattro sportelli abilitati.

Così come per la maggior parte dei servizi erogati dal Municipio anche per la C.I.E. è possibile utilizzare il sistema di prenotazione\elimina code TUPASSI disponibile anche come App per smartphone o presso i Totem situati negli uffici anagrafici.

La richiesta ed il rilascio avvengono in due momenti diversi. Questo perchè è il Ministero dell’Interno che, a fronte della richiesta, impiega 5 giorni lavorativi per emettere la C.I.E.  Una volta emessa, l’interessato, potrà ritirarla in Municipio o riceverla presso il proprio domicilio a seconda di quanto specificato in fase di richiesta.

Per quanto riguarda le foto, anche se ne sarebbe possibile la consegna in formato digitale (con una chiavetta USB), al fine di evitare eventuali infezioni da virus informatici, gli uffici ne richiedono un formato cartaceo (fototessera).

IMPORTANTE

  • Al fine di agevolare l’utenza è possibile prenotare un appuntamento per la C.I.E. presso uno qualsiasi dei 15 Municipi di Roma Capitale (es: più vicino al posto di lavoro; che ha la lista d’attesa più breve; gli impiegati più simpatici 🙂 ).
  • Se si è già preso un appuntamento, a meno che non lo si disdica, sarà impossibile prenderne di nuovi. E’ infatti consentito un solo appuntamento per utente.
  • Il buon funzionamento del sistema di prenotazione dipende anche dal senso civico degli utenti che, nel caso non abbiano più la necessità di utilizzare l’appuntamento fissato, hanno la responsabilità di disdirlo lasciando ad altri la possibilità di prenotare al loro posto.
RITARDI RISPETTO AGLI APPUNTAMENTI PRENOTATI
  • Le prenotazioni effettuate hanno validità al massimo fino ad 1 ora dopo l’orario del proprio appuntamento, fatta salva la chiusura al pubblico degli uffici alle 17,00 dal lunedì al giovedì e alle 13,00 il venerdì.
  • L’interessato ritardatario che si è presentato entro l’ora successiva al proprio appuntamento dovrà attendere il primo intervallo temporale utile dopo gli utenti già presenti e prenotati.
  • Per ritardi superiori ad 1 ora la prenotazione deve intendersi come scaduta e l’interessato dovrà procedere a nuova prenotazione.

UTILIZZO DEL CODICE FISCALE PER LE PRENOTAZIONI

  • E’ fatto obbligo di effettuare la prenotazione esclusivamente con il Codice Fiscale della persona interessata.
  • L’operatore a sportello verificherà che il Codice Fiscale di prenotazione sia quello della persona che si presenta, se non corrispondono non procederà all’avvio della procedura.
INSERIMENTO DEL NOME E DEL RECAPITO TELEFONICO
  • Quando si procede alla prenotazione presso i Totem Municipali passando la tessera sanitaria sul bar-code apparirà una schermata che richiede nome, cognome e recapito telefonico.
  • E’ obbligatorio compilare anche questi campi in modo che i Servizi Demografici possano comunicare all’interessato eventuali mutamenti relativi agli orari di sportello oppure casi di possibile anticipazione dell’appuntamento.
RILASCIO CARTE D’IDENTITA’ CARTACEE
Si rammenta che le carte d’identità cartacee possono essere rilasciate solo in presenza di particolari ed eccezionali casi che di seguito vengono riportati:
  1. Tutela della salute
  2. Pregiudizio/danno economico (ad es. stipule contratti, atti notarili, ecc. )
  3. Partecipazione a procedure concorsuali (concorsi pubblici, bandi di gara, ecc.)
  4. Consultazione elettorale
  5. Furto o smarrimento del documento con presentazione della denuncia ed in presenza di due testimoni che attestino l’identità del cittadino richied ente, ove non in possesso di altro documento di riconoscimento in corso di validità
  6. Viaggio con presentazione di biglietto ovvero prenotazione di soggiorno in struttura ricettiva

Gli utenti per i quali si verifica una delle condizioni sopra elencate potranno richiedere la Carta di identità cartacea presso gli sportelli di uno dei Municipi e non solo presso quello di residenza.